News
Tutte le news che ci riguardano

Diario

27 Aprile 2019
"Le mille e una notte" con le Fiabe d'Argento

In occasione della consueta Festa dei compleanni, sabato 27 aprile, abbiamo avuto il piacere di ospitare la compagnia Teatrale “Fiabe d’Argento” di Santa Lucia di Piave (TV).
Associazione di promozione sociale le “Fiabe d’Argento” sono attive sul territorio, non solo del Trevigiano, da ben undici anni nei quali hanno messo in scena vari repertori. Hanno raccontato fiabe come “Il Pifferaio di Hamelin”, “I musicanti di Brema”, “Hänsel e Gretel”, “Il Tenace soldatino di stagno” e “Le avventure di Pinocchio”. Successivamente il repertorio si è arricchito con racconti d’avventura come “Il Libro della Giungla” di Kipling. Non sono mancanti nemmeno i miti con “Le Avventure di Ulisse”, approdando infine al romanzo “Renzo e Lucia” tratto dai Promessi Sposi e, “Don Chisciotte della Mancia”, ispirato all’opera di Cervantes.
Nel 2018, in occasione delle celebrazioni per il centenario della fine della Grande Guerra, la compagnia, in collaborazione col Gruppo Alpini e l’Istituto Comprensivo di S. Lucia di Piave, ha realizzato lo spettacolo “Il Milite non più ignoto”, con l’intento di restituire un’identità e una storia ai nomi dei caduti della nostra comunità.
Presso il teatro della Fondazione hanno rappresentato la prima del loro nuovo spettacolo teatrale “Le Mille e una Notte”.  Si tratta di una celebre raccolta di novelle orientali, inizialmente tramandate oralmente e poi trascritte a partire dal X secolo.
Lo spettacolo è stato un insieme di recitazione, ballo, canto e musica dal vivo; le diverse storie sono state inserite all’interno di una cornice narrativa. I racconti hanno saputo coinvolgere tutti gli ospiti presenti grazie all’entusiasmo e all’energia di tutta la compagnia.
È stato un pomeriggio di festa, di solidarietà e di condivisione delle emozioni tra i componenti delle “Fiabe d’Argento” e gli ospiti del Centro Residenziale.
L’appuntamento con le “Fiabe d’Argento” è diventato oramai un appuntamento fisso che sicuramente si ripeterà anche il prossimo anno. Nell’attesa del nuovo evento ringraziamo di cuore Marilena Zanetti e Roberto Gerometta per il loro impegno ed il loro entusiasmo.

Immagini
  • 20190427_151309
  • 20190427_152300
  • 20190427_154508
  • 20190427_165338
  • 20190427_165338

11 Febbraio 2019
XXVII^ GIORNATA MONDIALE DEL MALATO

Come da tradizione, in occasione della XXVII Giornata del Malato, ci siamo recati in visita al Santuario “Nostra Signora di Fatima” di Portogruaro (Ve). Come ogni anno tale occasione riunisce le realtà di: Villa “Don Gino Ceccon” di Santa Croce del Lago, Casa Soggiorno “Divina Provvidenza” di Santa Lucia di Piave, Centro Residenziale per Anziani “De Lozzo Da Dalto” di Santa Maria in Feletto e il Centro Servizi per Anziani “Padre Kolbe” di Pedavena
Appena arrivati abbiamo fatto una foto di gruppo e tutti voi vi chiederete: “qual è la difficoltà?”. Tra volontari, familiari, ospiti e simpatizzanti eravamo ben 274 persone. Coordinare tutti non è stata un’impresa facile ma... ci siamo riusciti.
Dopo la foto di rito siamo stati accolti dai Frati Cappuccini all’interno del Santuario e abbiamo ascoltato con interesse la spiegazione della storia del Santuario.
La Diocesi di Concordia-Pordenone ha il vanto di avere in Portogruaro (VE) il primo santuario eretto in Italia, in onore della Vergine Santissima, sotto il titolo di “Madonna di Fatima”.
S. E. Monsignor Vittorio Alessi aveva manifestato più volte il desiderio di avere in Diocesi i Frati Minori Cappuccini. Nella primavera del 1945, Padre Davide da Portogruaro venne incaricato dal Vicario Provinciale di interessarsi sul posto da scegliersi per fabbricare il nuovo convento.
Fu scelto il terreno donato dal Conte Gaetano Marzotto, alla periferia della città, presso la strada statale Treviso-Portogruaro.
Il 13 settembre 1949 vengono tracciate le fondamenta della chiesa e del convento e il 15 si inizia lo scavo, il 25 dello stesso mese celebra la S. Messa di Natale nella cappella provvisoria.
Il 28 dicembre 1950, Monsignor Vescovo, presente il P. Provinciale ed altri frati, benedice il convento rivolgendo paterne parole di congratulazione.
Nella festa del “Nome di Maria”, 12 settembre 1951, furono gettate le fondamenta del nuovo santuario progettato dall‘ Architetto Giuseppe Scarpa.
Il lavoro venne ripreso il 13 maggio 1952 e continuò con grande alacrità, così che il santuario poté essere inaugurato nel giorno di Natale dello stesso anno. Il giorno precedente il M.R. Provinciale P. Zaccaria benedisse la bella immagine della Vergine che venne collocata sull’altar maggiore.
La solenne consacrazione del santuario venne compiuta dal Vescovo Vittorio De Zanche il 13 maggio 1954.
Dal 1999, nel convento attiguo al santuario, ha sede il Centro di Evangelizzazione dei Cappuccini del Veneto e Friuli-Venezia Giulia.
Con il recupero del rustico del convento, dal 2002 è aperto il Centro Francescano di spiritualità “S. Damiano” (cappella, sale per lavori di gruppo, refettorio), un’ampia e moderna struttura che ospita ogni giorno numerosi gruppi di varia natura e provenienza, per giornate di ritiro, di spiritualità, di formazione culturale e in questi ultimi anni è divenuto punto di riferimento, nel territorio portogruarese, per quanti, laici, religiosi e sacerdoti, intendono trascorrere momenti di preghiera, di riflessione e di silenzio.
Dopo aver partecipato all’eucarestia ci siamo diretti al ristorante “Adriatico” di Villotta di Chions (PN) dove abbiamo brindato e festeggiato in compagnia.
E’ stata questa l’occasione per ricordare il senso del nostro Pellegrinaggio: coltivare i valori dell’amicizia, della solidarietà e dell’attenzione all’altro.
Al termine i saluti di rito da parte dei Direttori delle Case dandoci l’appuntamento al 2020.

Immagini
  • IMG_2882
  • IMG_2898
  • IMG_2888
  • IMG_2903
  • IMG_2901

06 Febbraio 2019
Auguri Maria

Nata nel 1915 a Refrontolo, Maria, mercoledì 6 febbraio, ha festeggiato con tutta la sua famiglia e alcuni ospiti della Fondazione, l’importante traguardo raggiunto.
Sorpresa, felice e sorridente Maria ha soffiato su ben 104 candeline.
Auguri cara Maria da parte di tutti noi.

06 Gennaio 2019
PRESEPIO 2018

L’aria di Natale si fa sentire anche presso la nostra casa. Il Natale è la festa dei valori umani più intimi e profondi, un promemoria che ci ricorda di onorare le piccole cose e i nostri affetti.
Per questo motivo è diventata una irrinunciabile tradizione il presepio realizzato dal Sig. Walter situato all’ingresso della nostra casa. Pittore e artista, Walter si dedica con passione alla realizzazione del presepe in collaborazione con il gruppo presepe della Parrocchia di Santa Maria di Feletto. Ogni anno il numero delle statue aumenta, facendo crescere l'aspettativa per l'anno successivo.
Dedicato a San Francesco d’Assisi il presepe ci permette di entrare nello spirito natalizio con la speranza che per tutti sia un periodo sereno e ricco di gioia. Ringraziamo gli Amici del Presepe per l'attenzione che ci riservono ogni anno e auguriamo a tutti voi un Sereno Natale.
Immagini
  • 20181224_121220
  • 20181224_121238
  • 20181224_121251
  • 20181224_121302
  • 20181224_121310

06 Gennaio 2019
Il Natale a Casa nostra... Eventi, appuntamenti e molto altro...

Puntuale, come ogni anno, il 6 dicembre è passato a trovarci San Nicolò di Bari!
Ci ha regalato una cesta ricca di molte cose buone da mangiare, come tradizione vuole.
Si è fermato con ogni ospite per portare ad ognuno un caloroso saluto.
E non può mancare l'appuntamento con la Recita di Natale da parte dei bambini del “Centro Infanzia Girotondo delle Età” che quest'anno ha visto protagonisti anche gli ospiti della Fondazione.
I bambini hanno recitato e cantato come dei veri attori suscitando negli ospiti forti emozioni.
È stata decisamente una mattinata ricca di sorprese ed emozioni, serena e divertente.
A tutti i nostri bambini diciamo grazie e complimenti per il loro impegno così come alle loro insegnanti che per settimane hanno dedicato
energie affinché i bimbi potessero imparare bene le poesie e le canzoni.
Ai nostri ospiti diciamo invece grazie per aver seguito con attenzione e aver contribuito con gli applausi e lacrime di gioia alla riuscita di una mattinata allegra.

Il 24 dicembre è passato a trovarci Babbo Natale che, con la sua gerla piena di doni, non si è dimenticato di noi… Anche se siamo oramai grandi un regalo scalda sempre il cuore. Quest’anno ha portato per ciascuno dei nostri ospiti una crema per il viso.
E per fine l'anno in allegria e per augurarci buon anno abbiamo festeggiato in compagnia della "Montegan River Band". Tra canti, balli e tante risate abbiamo salutato il 2018!!!!


Immagini
  • 20181225_101121
  • 20181206_112956
  • 20181224_112720