News
Tutte le news che ci riguardano

Diario

11 Febbraio 2019
XXVII^ GIORNATA MONDIALE DEL MALATO

Come da tradizione, in occasione della XXVII Giornata del Malato, ci siamo recati in visita al Santuario “Nostra Signora di Fatima” di Portogruaro (Ve). Come ogni anno tale occasione riunisce le realtà di: Villa “Don Gino Ceccon” di Santa Croce del Lago, Casa Soggiorno “Divina Provvidenza” di Santa Lucia di Piave, Centro Residenziale per Anziani “De Lozzo Da Dalto” di Santa Maria in Feletto e il Centro Servizi per Anziani “Padre Kolbe” di Pedavena
Appena arrivati abbiamo fatto una foto di gruppo e tutti voi vi chiederete: “qual è la difficoltà?”. Tra volontari, familiari, ospiti e simpatizzanti eravamo ben 274 persone. Coordinare tutti non è stata un’impresa facile ma... ci siamo riusciti.
Dopo la foto di rito siamo stati accolti dai Frati Cappuccini all’interno del Santuario e abbiamo ascoltato con interesse la spiegazione della storia del Santuario.
La Diocesi di Concordia-Pordenone ha il vanto di avere in Portogruaro (VE) il primo santuario eretto in Italia, in onore della Vergine Santissima, sotto il titolo di “Madonna di Fatima”.
S. E. Monsignor Vittorio Alessi aveva manifestato più volte il desiderio di avere in Diocesi i Frati Minori Cappuccini. Nella primavera del 1945, Padre Davide da Portogruaro venne incaricato dal Vicario Provinciale di interessarsi sul posto da scegliersi per fabbricare il nuovo convento.
Fu scelto il terreno donato dal Conte Gaetano Marzotto, alla periferia della città, presso la strada statale Treviso-Portogruaro.
Il 13 settembre 1949 vengono tracciate le fondamenta della chiesa e del convento e il 15 si inizia lo scavo, il 25 dello stesso mese celebra la S. Messa di Natale nella cappella provvisoria.
Il 28 dicembre 1950, Monsignor Vescovo, presente il P. Provinciale ed altri frati, benedice il convento rivolgendo paterne parole di congratulazione.
Nella festa del “Nome di Maria”, 12 settembre 1951, furono gettate le fondamenta del nuovo santuario progettato dall‘ Architetto Giuseppe Scarpa.
Il lavoro venne ripreso il 13 maggio 1952 e continuò con grande alacrità, così che il santuario poté essere inaugurato nel giorno di Natale dello stesso anno. Il giorno precedente il M.R. Provinciale P. Zaccaria benedisse la bella immagine della Vergine che venne collocata sull’altar maggiore.
La solenne consacrazione del santuario venne compiuta dal Vescovo Vittorio De Zanche il 13 maggio 1954.
Dal 1999, nel convento attiguo al santuario, ha sede il Centro di Evangelizzazione dei Cappuccini del Veneto e Friuli-Venezia Giulia.
Con il recupero del rustico del convento, dal 2002 è aperto il Centro Francescano di spiritualità “S. Damiano” (cappella, sale per lavori di gruppo, refettorio), un’ampia e moderna struttura che ospita ogni giorno numerosi gruppi di varia natura e provenienza, per giornate di ritiro, di spiritualità, di formazione culturale e in questi ultimi anni è divenuto punto di riferimento, nel territorio portogruarese, per quanti, laici, religiosi e sacerdoti, intendono trascorrere momenti di preghiera, di riflessione e di silenzio.
Dopo aver partecipato all’eucarestia ci siamo diretti al ristorante “Adriatico” di Villotta di Chions (PN) dove abbiamo brindato e festeggiato in compagnia.
E’ stata questa l’occasione per ricordare il senso del nostro Pellegrinaggio: coltivare i valori dell’amicizia, della solidarietà e dell’attenzione all’altro.
Al termine i saluti di rito da parte dei Direttori delle Case dandoci l’appuntamento al 2020.

Immagini
  • IMG_2882
  • IMG_2898
  • IMG_2888
  • IMG_2903
  • IMG_2901

06 Gennaio 2019
PRESEPIO 2018

L’aria di Natale si fa sentire anche presso la nostra casa. Il Natale è la festa dei valori umani più intimi e profondi, un promemoria che ci ricorda di onorare le piccole cose e i nostri affetti.
Per questo motivo è diventata una irrinunciabile tradizione il presepio realizzato dal Sig. Walter situato all’ingresso della nostra casa. Pittore e artista, Walter si dedica con passione alla realizzazione del presepe in collaborazione con il gruppo presepe della Parrocchia di Santa Maria di Feletto. Ogni anno il numero delle statue aumenta, facendo crescere l'aspettativa per l'anno successivo.
Dedicato a San Francesco d’Assisi il presepe ci permette di entrare nello spirito natalizio con la speranza che per tutti sia un periodo sereno e ricco di gioia. Ringraziamo gli Amici del Presepe per l'attenzione che ci riservono ogni anno e auguriamo a tutti voi un Sereno Natale.
Immagini
  • 20181224_121220
  • 20181224_121238
  • 20181224_121251
  • 20181224_121302
  • 20181224_121310

06 Gennaio 2019
Il Natale a Casa nostra... Eventi, appuntamenti e molto altro...

Puntuale, come ogni anno, il 6 dicembre è passato a trovarci San Nicolò di Bari!
Ci ha regalato una cesta ricca di molte cose buone da mangiare, come tradizione vuole.
Si è fermato con ogni ospite per portare ad ognuno un caloroso saluto.
E non può mancare l'appuntamento con la Recita di Natale da parte dei bambini del “Centro Infanzia Girotondo delle Età” che quest'anno ha visto protagonisti anche gli ospiti della Fondazione.
I bambini hanno recitato e cantato come dei veri attori suscitando negli ospiti forti emozioni.
È stata decisamente una mattinata ricca di sorprese ed emozioni, serena e divertente.
A tutti i nostri bambini diciamo grazie e complimenti per il loro impegno così come alle loro insegnanti che per settimane hanno dedicato
energie affinché i bimbi potessero imparare bene le poesie e le canzoni.
Ai nostri ospiti diciamo invece grazie per aver seguito con attenzione e aver contribuito con gli applausi
e le lacrime di gioia alla riuscita di una mattinata allegra.
Il 24 dicembre è passato a trovarci Babbo Natale che, con la sua gerla piena di doni, non si è dimenticato di noi… Anche se siamo oramai grandi un regalo scalda sempre il cuore. Quest’anno ha portato per ciascuno dei nostri ospiti una crema per il viso.
E per fine l'anno in allegria e per augurarci buon anno abbiamo festeggiato in compagnia della "Montegan River Band". Tra canti, balli e tante risate abbiamo salutato il 2018!!!!


Immagini
  • 20181225_101121
  • 20181206_112956
  • 20181224_112720

30 Novembre 2018
25 ANNI INSIEME

Sabato 29 settembre la Fondazione De Lozzo-Da Dalto ha raggiunto un’importante traguardo: 25 anni di attività assistenziale rivolta agli anziani e alle famiglie.
Per condividere questo risultato è stato organizzato un pomeriggio di festa con gli ospiti residenti nella Fondazione e con le loro famiglie, allargato al territorio.
Il programma ha preso avvio presso il Teatro della Fondazione dove sono stati ripercorsi i 5 lustri di attività attraverso il contributo di diverse autorità: il presidente della Fondazione Don Adriano Bazzo, la Direttrice Dott.ssa Michela Meneghin, il Vescovo Sua Eccellenza Mons. Corrado Pizziolo, il Sindaco di San Pietro di Feletto Loris Dalto e il Coordinatore dei servizi socio-sanitari del distretto di Pieve di Soligo ULSS2 Oliviero Beni.
È stata un’occasione, inoltre, per ricordare la figura e l’opera di un uomo a cui si deve la realizzazione della Fondazione De Lozzo Da Dalto Onlus, Don Nilo Tonon, che ne è stato Presidente fino al 2015 e poi Presidente Onorario fino alla sua scomparsa avvenuto nel giugno dello scorso anno. Don Nilo ha rappresentato una figura molto importante anche per la comunità avendo retto la Parrocchia di Santa Maria di Feletto per oltre 50 anni. In suo onore è stata intitolata la Sala Teatro del Centro Residenziale ed è stato presentato il nuovo logo del Centro Infanzia “Girotondo delle età”, dipinto sulla facciata d’ingresso della scuola.
Al termine della cerimonia ufficiale, il personale ha voluto consegnare un presente alla Direttrice Michela Meneghin, per ringraziarla per l’impegno e la dedizione con cui quotidianamente dirige il team di persone e professionisti, per la sua capacità di ascolto e umanità, riuscendo così a favorire la coesione del gruppo e a valorizzare l’operato dei singoli.
I festeggiamenti si sono poi spostati all’aperto dove si è svolto uno spettacolo di giocoleria per grandi e piccini lungo il nuovo percorso della Struttura, che collega il Centro Residenziale all’adiacente Centro Infanzia “Girotondo delle età”.  Partecipanti attivi i bambini che hanno allietato tutti i presenti con i loro canti.
Da anni il progetto intergenerazionale “Il Sentiero tra le generazioni” viene portato avanti con orgoglio dalle due strutture con la convinzione che lo stare insieme in situazioni condivise possa aiutare reciprocamente sia i bambini che gli anziani attraverso stimoli di curiosità ed interesse utili alla loro quotidianità.
La giornata si è conclusa nel giardino della Fondazione con il concerto dell’Orchestra giovanile SIO dell’associazione culturale “Suono in Orchestra” di San Fior, un gruppo formatosi nel 2011 con 20 componenti ed arrivato ora a ben 105 ragazzi tra i 12 e i 20 anni che hanno già ottenuto numerosi riconoscimenti e che recentemente sono stati insigniti del premio Civilitas istituito dal Comune di Conegliano.
L’equipe della Fondazione intende ringraziare tutti coloro che hanno collaborato per la buona riuscita di questo importante appuntamento, tutti i partecipanti e tutti i musicisti che hanno condiviso con il festoso pubblico i loro brani regalando un apprezzatissimo concerto.


Immagini
  • IMG_5905
  • IMG-20180929-WA0057
  • IMG_5936
  • IMG-20181001-WA0029
  • P1080881

20 Luglio 2018
XIII GARA NAZIONALE RISTORAZIONE DI QUALITA' NEI CENTRI SERVIZI ALLA PERSONA

Giovedì 19 aprile 2018 si è svolta la XIII edizione della “Gara Nazionale ristorazione di qualità nei centri di servizio alla persona” a Bologna, presso il parco agroalimentare, organizzata dall’Associazione dei Manager del Sociale e del Socio-Sanitario (ANSDIPP), che ha visto gareggiare dietro ai fornelli cuochi giunti da ogni parte dello stivale con le più variegate ricette, tutte comunque all’insegna della qualità e, ovviamente, della digeribilità.
Il tema della XIII edizione della gara riferita al cibo era chiaro, “Ti allunga la vita”, con la spiegazione di ciò che deve guidare gli operatori di cucina nella preparazione dei cibi per le persone anziane: “Non abbiamo la ricetta dell’elisir di lunga vita, ma è risaputo che una corretta alimentazione aiuta ad invecchiare meglio. Non soltanto la scelta degli ingredienti, ma anche le tecniche di trasformazione sono pilastri fondamentali nella preparazione di un piatto nelle nostre strutture”.
La “Fondazione De Lozzo - Da Dalto” si è presentata dietro ai fornelli con la cuoca Cristina e con la cuoca Dina della “Casa Soggiorno Divina Provvidenza” di Santa Lucia di Piave, unendo le forze per preparare uno strepitoso piatto della tradizionale cucina veneta: risotto con i sciopetin (carletti) mantecato con il formaggio Piave Dop e con il raboso.
La prelibatezza è stata subito riconosciuta dai giudici di gara: i cuochi nostrani si sono aggiudicati il quarto posto assoluto confermando la bontà del piatto.

Immagini
  • IMG-20180430-WA01162
  • IMG-20180430-WA0141